ECOBONUS E SISMABONUS, ENEL X LANCIA L’OPERAZIONE CONDOMINI

Febbraio 6, 20196min503

Enel lancia l’operazione “efficienza energetica “ nei condomini.

Si tratta di un nuovo servizio che il gruppo Enel presenta agli amministratori e ai condòmini che vogliono sfruttare gli ecobonus e i sismabonus previsti per gli interventi di risparmio energetico e per quelli antisismici sugli immobili.
In che modo?
Sfruttando la cessione del credito sulle detrazioni fiscali – dal 50% all’85% – messe a disposizione dallo Stato.

Detto in termini più semplici, Enel X anticipa i soldi e si fa garante della realizzazione dei lavori; i condomini si alleggeriscono delle pratiche e si fanno carico solo della quota di spesa detraibile dalla dichiarazione dei redditi.

Il vantaggio per l’uno e per gli altri è chiaro:

Enel si propone come interlocutore privilegiato in un mercato grande e ancora inesplorato; i proprietari degli immobili non devono più anticipare investimenti rilevanti per rimodernare i propri immobili e rivalutarne il valore.

Il vantaggio c’è anche per lo Stato che, entro il 2030, vuol fare in modo che l’Italia riduca del 43% i consumi primari di energia. Il raggiungimento di questo obiettivo è possibile solo grazie al miglioramento dell’ efficienza energetica degli edifici.

Questi obiettivi ambiziosi, sono ora diventati raggiungibili grazie alla legge di Bilancio 2018 che ha introdotto il meccanismo della cessione del credito di imposta. Questo strumento facilita la vita ai condomini permettendo loro di iniziare un ciclo di interventi di ammodernamento. L’operazione parte dal 2016 quando Federico Testa, presidente dell’Enea, si fece promotore della proposta. Ora la legge è stata approvata e l’Agenzia delle Entrate ha definito regole e procedure per accedere al meccanismo della cessione del credito.

Proviamo a spiegare, con un esempio pratico, il funzionamento del meccanismo:

Ipotizziamo che un condominio con 15 appartamenti voglia fare un intervento per realizzare un cappotto termico sull’edificio e per sostituire la vecchia caldaia per il riscaldamento centralizzato con una più moderna pompa di calore, meno inquinante. La spesa complessiva prevista per tale spesa è di 450.000 euro, ossia 30.000 per ogni appartamento.

Se il condominio si muoverà autonomamente, dovrà anticipare l’intera somma e ciascun condomino potrà poi recuperare il 70% della spesa (21.000 auro) attraverso l’ecobonus ripartito su un arco di 10 anni.

La proposta di Enel X, invece, prevede che sia il gruppo ad accollarsi i 21.000 euro di ciascun condòmino che dovrà così pagare solo i restanti 9.000.

“ Noi acquistiamo dal condomino tutto il credito di imposta, che può andare dal 50% all’ 85% del costo dell’ intervento a seconda della tipologia. Lo sconto sarà del 5-6 per cento, quindi al condominio viene riconosciuto il 92-93 % dell’intero credito.”,

ha spiegato Francesco Venturini, Ad di Enel X. L’impatto per i condomini è dunque vantaggioso.

L’offerta è rivolta a condomini con almeno 8 appartamenti, cioè quelli in cui è d’obbligo un amministratore con il quale interfacciarsi.

“ I condomini italiani con oltre 8 unità sono circa 550.000 e di questi il 23% si trova in condizioni di conservazione mediocri o pessime.

Quali sono i passi per la riqualificazione del tuo immobile?

  1. APPUNTAMENTO: l’amministrazione del condominio deve fissare un appuntamento con un referente Enel X che gli mostrerà i dettagli e i vantaggi dell’offerta
  2. SOPRALLUOGO: un tecnico Enel X valuterà lo stato del condominio e suggerirà gli interventi adatti
  3. OFFERTA: in accordo con le esigenze dei condòmini, verrà formulata un ‘offerta per l’aumento dell’efficienza energetica, del comfort e della sicurezza abitativa
  4. APPROVAZIONE IN ASSEMBLEA: approvazione, da parte dell’assemblea, dell’offerta contenente i dettagli e i costi dell’intervento
  5. INIZIO LAVORI: dopo la firma del contratto, partiranno le attività necessarie all’esecuzione dei lavori approvati in assemblea

Il condominio sosterrà solo i costi relativi associati alla quota dell’intervento non coperta da Eco- Sismabonus.

Il costo della restante parte dell’intervento è sostenuto da Enel X che acquisisce al posto del condominio il credito fiscale maturato che recupererà in 10 rate in 10 anni.

Ecco il link dove potete leggere l’articolo de Il Sole 24ore

www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/risparmio-energetico-e-tecnologie/2019-01-23/enel-x-acquisto-totale-credito-fiscale-la-riqualificazione-energetica-163249.php?uuid=AEIAKbKH



Iscriviti alla nostra newsletter


Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere aggiornamenti da condominio102

Accetto la Privacy Policy ed i Termini e Condizioni