Aprile 17, 20196min110

In seguito alle direttive dell’Unione Europea sulla riqualificazione energetica, sono state molte le iniziative promosse per perseguire percorsi virtuosi di risparmio energetico a favore delle politiche ambientali. Ma andiamo per ordine, partendo da un breve riepilogo delle direttive europee degli ultimi anni.

DIRETTIVA UE 2012/27 :

Stabilisce norme rivolte a rimuovere gli ostacoli sul mercato dell’energia e a superare le carenze del mercato che frenano l’efficienza nella fornitura e nell’uso dell’energia e prevede la fissazione di obiettivi nazionali indicativi in materia di efficienza energetica per il 2020.

La legge Italiana ha recepito tale direttiva con il Decreto Legislativo 102/2014, che stabilisce per i condomìni l’obbligo di installazione di sistemi per la suddivisione delle spese in base ai consumi effettivi di ogni utente e l’obbligo di termoregolazione per ogni singola unità.

Condominio102 Smart, partendo proprio da questo decreto, è la soluzione di Cedac102 per la contabilizzazione dei consumi e ripartizione dei costi che permette di innescare all’interno dei condomini quel percorso virtuoso di risparmio energetico richiesto dalla direttiva UE.

– DIRETTIVA UE 2018/2002 :

Modifica della direttiva 2012/27. È stato inserito l’articolo 9 quater, che stabilisce che i contatori di calore installati a partire dal 25 ottobre 2020 dovranno essere leggibili da remoto affinchè i consumatori dispongano in tempo reale dei propri consumi.

Entro il 1 gennaio 2027, poi, i contatori sprovvisti di questa caratteristica dovranno essere sostituiti.

Siamo in attesa che la legge Italiana recepisca anche questa direttiva con un decreto legislativo ad hoc.

ECOBONUS e SISMABONUS

Oltre alle direttive sopra citate, non possiamo non far riferimento all’ Ecobonus e al Sismabonus previsti dalla legge di bilancio 2018, che permettono di riqualificare i condomìni risparmiando fino al 75% (85% se associato al Sismabonus). Sulla base di questi vantaggi fiscali, alcune società hanno fatto delle proposte per sostenere l’efficientamento energetico negli edifici:

Proposta Enel X

La proposta di Enel X consiste nell’acquisire il credito relativo all’Eco-Sismabonus, lasciando al condominio i costi associati alla quota non coperta.

Gli step da seguire sono pochi e semplici: si fissa un appuntamento con un esperto Enel X, si effettua un sopralluogo, Enel X propone un’offerta personalizzata, l’Assemblea la approva e si parte con i lavori.

http://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/risparmio-energetico-e-tecnologie/2019-01-23/enel-x-acquisto-totale-credito-fiscale-la-riqualificazione-energetica-163249.php?uuid=AEIAKbKH&fromSearch

Proposta Eni Gas e luce

La proposta di Eni gas e luce consiste nel progetto “CappottoMio”, ossia la coibentazione delle pareti con pannelli isolanti termici per interni ed esterni, che riducono la dispersione del calore migliorando l’efficienza energetica e il comfort domestico. Il condominio che intende installare “CappottoMio” potrà cedere al partner operativo di Eni gas e luce tutte le detrazioni fiscali ottenibili e corrispondere, anche rateizzandolo, solo l’importo rimanente a saldo della spesa totale. Il condominio potrà ottenere il finanziamento a tasso fisso di tale importo residuo fino ad una durata massima di 10 anni per consentire, con i risparmi ottenuti, la copertura dei costi.

http://www.quotidianocondominio.ilsole24ore.com/art/risparmio-energetico-e-tecnologie/2018-05-29/eni-ed-enea-presentano-cappotto-mio-il-condominio-223703.php?uuid=AEbqm2wE



Iscriviti alla nostra newsletter


Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere aggiornamenti da condominio102

Accetto la Privacy Policy ed i Termini e Condizioni